COMMENTI CAMP DI PINETO

Camp pineto 2017 Giorno 4

 

Le giornate sembrano volare ad una velocità supersonica, e nonostante le cose programmate siano davvero tante, è sempre benvenuta una idea di attività che possa arricchire l’esperienza dei nostri ragazzini, quindi dopo colazione il gruppo De Stefani Di Cataldo di corsa in spiaggia per la seconda giornata di Beach Soccer, mentre l’altro gruppo inizia con l’allenamento al palazzetto. A metà mattina si cambia, il mare diventa palestra e la palestra diventa mare, con il programma pre-torneo. Pranzo e di corsa al palazzetto per il tanto atteso appuntamento con la prima giornata del triangolare contro Pineto e Lanciano. Partono gli scoiattolini che disputano una partita perfetta e divertente, inutile commentarvi ulteriormente i dettagli visto che li avete seguiti in diretta. ASD ROMANA VS PINETO 35-15 a seguire  gli Aquilotti 1 squadra composta da un mix di 2006-07 delle nostre scuole, Magistrali anche loro 35-34 nonostante fossero partiti perdendo il primo tempo per 9-0. A seguire gli Aquilotti 2 gruppo del torricelli, che neanche a dirlo ( visto il cammino straordinario di quest’anno, dove praticamente hanno vinto tutto quello che c’era da vincere) superano con facilità l’avversario di turno, 39-5 Chiudono gli Esordienti con il debutto di GUERRISI,FEMIA UGHETTA e SCIARRA, battendo anche loro Pineto con un rotondo 47-19. Che dire di più se l’obiettivo di questo camp è fin dall’inizio cercare di ottimizzare al massimo tutto, devo riconoscere che questo obiettivo è ampiamente raggiunto, comunque vada la giornata di gare di domani. Tutti a cena per provare a recuperare un po' di  energie, dopodichè ci sarà lo spettacolo tanto atteso, ma per quello ci sentiamo domani, perché oggi il commento è anticipato proprio per permettermi di andare ad improntare tutto per questa splendida serata. Un abbraccio a tutti, e come suggerisce La buona GUARDATI, liberate le memorie che domani ci saranno altre cronache in diretta. Un abbraccio a tutti Coach Claudio.

Camp pineto 2017 Giorno 3

 

Oggi la giornata prevedeva un’inversione dei turni, per cui io e De Stefani subito dopo la colazione ci siamo diretti in spiaggia, mentre l’altro gruppo è andato ad allenarsi per primo al palazzetto. In spiaggia i bambini hanno deciso di giocare a calcio, e vedendoli giocare, mi è immediatamente venuto il mal di stomaco, soprattutto perché sono davvero bravi anche in questo sport, quindi il dubbio che mi è balenato immediatamente è stato:” Li faccio smettere perché è una seria minaccia per noi, oppure li lascio proseguire e magari gli organizzo un bel torneo?” Conscio che i miei interessi raramente li faccio primeggiare, ho deciso di organizzare loro anche un bel torneo, formando quattro squadre, che nel pomeriggio avrebbero iniziato a confrontarsi in un quadrangolare. Finita la partitella siamo andati al Palazzetto mentre l’altro gruppo si è diretto in spiaggia, dando vita ad una giornata di mare piena e divertente anche per loro, Coach Luca Coach Giovanni e Coach Roberto continuando a lavorare sui fondamentali statici e di movimento stanno completando davvero un bel lavoro qui al camp, io e Andrea invece abbiamo deciso di continuare a lavorare dividendo in due il gruppo, e mentre lui continuava nel progressivo del lavoro iniziato due giorni fa, io ho lavorato sui movimenti fondamentali e sulle collaborazioni in attacco, spostando a turno tutti i bambini di quà e di là nei due gruppi. Alla fine della sessione tutti a pranzo per la tanto sospirata pausa, pronti per un pomeriggio davvero pieno.  Dopo una breve pausa per digerire , si riparte immediatamente, il gruppo di Volpi ,Ruggiero e Annese per la seduta pomeridiana sarebbero venuti al secondo turno, e quindi decidono di far recuperare energie ai ragazzi, Io e Andrea partiamo per la prima seduta alle 15,00. Arrivati al palazzetto e avendo a disposizione due campi, ho organizzato una partita con metà della squadra, continuando nel progetto di abituare i ragazzini alle nuove regole del campionato esordienti alle quali molti di loro dovranno abituarsi al più presto, mentre De Stefani ha continuato nel suo programma. In questo doppio lavoro, a turno abbiamo fatto in modo che i bambini passassero da una dimensione all’altra, in modo tale che dopo un estenuante ma davvero eccellente lavoro con Andrea, avrebbero potuto poi rilassarsi e divertirsi in partita, mentre quelli che si erano divertiti prima in partita, hanno potuto approfittare delle competenze di Andrea successivamente.   Alla fine è stato tutto perfetto, sia l’allenamento che la partita. Cambio della guardia con l’altro gruppo che grazie al lavoro certosino messo in atto dai tre coach, è davvero diventato un super gruppo. Noi invece abbiamo un appuntamento con il torneo di Beach Soccer, e fino alle 18,45 questi instancabili atletini riescono anche a concludere una prima giornata di torneo di calcio. Tutti a fare la foto di società, poi a cena, e  infine una sosta libera in piazzetta perché la serata Cabaret è stata rimandata anche oggi, questa volta a causa di una festa con musica proprio davanti all’albergo, che non avrebbe permesso di mettere in piedi lo spettacolo. Ma anche se il destino sembra voglia impedirci a tutti i costi di fare questa splendida serata Cabaret, noi non demordiamo, i bambini sono tutti pronti hanno preparato le loro performance, quindi domani sera andrà sicuramente in scena. Tutti a nanna coach compresi, che oggi hanno davvero speso tutte le forze. Da domani si comincia a fare sul serio, prime gare del torneo e i super squaletti pronti a cercare di lasciare il segno anche qui a Pineto.

CAMP PINETO 2017

GIORNO 2

 

Non proprio una bella levataccia quella di oggi (ore 07,30) per i nostri avventurieri, ma anche se è stata davvero pesante dopo una prima giornata piena e stancante, si sono immediatamente rincuorati alla vista della mensa apparecchiata a regola d'arte secondo il fabbisogno psicologico della gran parte dei bambini. Ma andiamo al dettaglio: Prima vittima di questi camionisti vestiti da bambini la "NUTELLINA" Leoni è ufficialmente entrato nel guinness dei primati per essere riuscito ad impugnarne una trentina con l'ausilio di un'unica mano, mezza crostata è finita letteralmente nel povero piatto di Gennari e Giacomello è stato per cinque minuti in apnea, tempo necessario per poter ingerire i sette litri circa di succo di frutta, che si era preso. Dopo la colazione i gruppi si dividono, De Stefani ed io verso il palazzetto Volpi, Ruggiero e Annese organizzano un'attività nella piazzetta dell'albergo fino al momento del cambio turno, momento in cui il primo gruppo lascia appunto la palestra per dirigersi in spiaggia. Aspetti tecnici di rilevanza sono venuti dalla lezione davvero di livello messa in campo da De Stefani, impegnato concretamente nella conoscenza degli atletini prossimi al passaggio nelle giovanili. Primo pomeriggio partita sperimentale per tutti in preparazione del torneo, e alternanza di tutti i 2006 nell'altro campo con De Stefani. Nota di colore l'evidente emozione di Meo, Bracardi, De La Fuente  e Frinolli, quando si sono sentiti chiamare per partecipare alla sessione con gli esperti, ancora più straordinario vederli  da subito calarsi nella nuova dimensione. La soddisfazione di tutti De Stefani per primo è stata nel vedere un potenziale così numeroso, che si esprime con assoluta determinazione, massima soddisfazione anche per me e per gli altri coach nel ritrovarsi gli atletini sicuramente più maturi e preparati dopo tali incontri. Questa volta il livello tecnico dei partecipanti al camp si è rivelato davvero alto, a partire dai più piccoli fino agli esordienti. Finita la sessione pomeridiana MARE! Il programma serale prevede la tanto attesa dimensione “Gelato in libertà” subito dopo inizierà la fase di preparazione della sfida tra camere che avrà luogo domani sera, Tra cabaret, Barzellette, spettacoli e attrazioni varie, ogni camera dovrà appunto battersi per aggiudicarsi il titolo di “Camera campione”, cercando di convincere i giudici di meritare il primo premio in palio: un Gelato gratis pagato dagli istruttori.

 

CAMP PINETO 2017

GIORNO 1

E’ iniziata l’esperienza 2017 insieme ai nostri atleti in quel di Pineto, che quest’anno come mai si appresta a diventare una super esperienza grazie soprattutto al livello davvero grande di educazione e passione che questi ragazzini sembrano avere. Certo superare l’esperienza dello scorso anno, sarà difficile, ma i presupposti ci sono tutti e sono abbastanza buoni. Arrivo a Pineto alle ore 12,00, e subito sistemazione e preparazione per il pranzo, che alla luce di quanto sentito intorno a me, non sarà certo un momento che passerà inosservato, e come da pronostico i bambini divorano tutto quello che c’è da divorare, costringendo i camerieri di turno a fare doppio passaggio, intimiditi probabilmente dagli sguardi minacciosi di molti atletini. Distrutta letteralmente la disposizione data riguardo i pasti leggeri, una veloce preparazione diventa l’antitesi di quella che sarà la prima vera esperienza legata al Basket cioè la sessione di allenamento del primo gruppo, gestito per l’occasione da me, coach Di Cataldo e dal Ds. Coach De Stefani nel bellissimo palazzetto di Pineto.

L’altro gruppo capitanato da Coach Volpi, Coach Annese e da Coach Ruggiero invece inaugurerà la spiaggia e il puro divertimento, per poi alternarsi con noi alla fine dell’allenamento.

La sessione dura un’ora e mezza, e il lavoro principale viene fatto sul palleggio e sul tiro, devo dire che gli atleti funzionano benissimo insieme, sono tutti coesi e concentrati, e sia io che Coach De Stefani riusciamo a completare con successo questa prima lezione. Devo dire che il programma messo in piedi per questa esperienza è davvero molto efficace, e sono convinto che gioverà assolutamente al consolidamento dei più esperti e alla formazione dei meno esperti.

Finita la lezione De Stefani raggruppa i 2006 esperti per un allenamento supplementare con i 2005, e devo dire che questa idea di concentrare un lavoro straordinario  all’interno di un programma di allenamento, che possa coinvolgere più atleti dei due gruppi è stata davvero geniale. Arriva il momento per il primo gruppo di andare a divertirsi al mare, e all’interno del palazzetto l’altro gruppo invece, si appresta ad iniziare ila propria sessione.

Neanche a dirlo anche questa esperienza è un successo, il mare è fantastico e la giornata pure, i ragazzini sembrano essere già un’unica entità, e il nostro lavoro di gestione diventa davvero semplice, giochi con la sabbia e rigoroso bagno al mare completano questa meravigliosa prima parte della giornata, dopodichè tutti in albergo per doccia, cena e serata insieme. La gelateria della piazzetta vistoci arrivare, ha assunto ventidue dipendenti in più, e un tir si è appena parcheggiato nel retro per scaricare penso io, una piccola scorta di gelato in più perché intuitivamente hanno capito che questa sera sarà davvero una guerra totale! by Coach Claudio

Gruppo Volpi,Annese,Ruggiero

Primo giorno di camp in quel del Pineto andato. Arrivati praticamente per l'ora di pranzo abbiamo avuto giusto il tempo di sistemarci nelle camere che era pronto per mangiare. Consumato, o come giustamente dice Claudio divorato, il pranzo siamo ritornati nelle camere per preparare il gruppo seguito dalla triade di Coach Volpe, Annese e Ruggiero  per il primo momento di svago al mare dove ci siamo dedicati a scavi archeologici (classiche buche e tunnel di sabbia) ad al primo assaggio dell'acqua, purtroppo il tempo era poco e subito ci siamo docciato ed avviati verso il palazzetti dove ci aspettava la prima sessione di allenamento di questo fantastico camp. I nostri 2005 hanno iniziato con coach De Stefani insieme ai 2006 per una sessione intensa di 30 minuti. Nel frattempo noi strapazzavamo il resto del gruppo con esercizi per migliorare per prima la preparazione fisica ed a seguire il Tiro.

Ricongiunto il gruppo abbiamo continuato con il Tiro ed altri esercizi concentrandoci sui fondamentali per finire con una partita per testare ciò che avevamo allenato.

Distrutti ma felici siamo tornati i  camera per rinfrescarci e prepararci per la cena oramai alle porte. 

Cenato (scusate divorato) anche la cena è rimasto giusto il tempo di guardarci in faccia per capire che la prima giornata doveva finire li perché troppe emozioni e stanchezza avevano lasciato il segno e quindi era il caso di andare tutti a nanna.

A domani per un'altra giornata piena di emozioni.

by Coach Giovanni