AQUILOTTI FIP LA SALLE vs ASD ROMANA 18-6

29.10.2017 17:21

Prima gara della stagione per gli Aquilotti del Torricelli, attesa per questo impegno in un clima di festa e divertimento. Purtroppo per le nostre ambizioni la gara ha avuto una direzione a senso unico, lasciandoci a bocca asciutta. pochi canestri realizzati e tanti anzi troppi subiti. Attenuanti? Potremmo dire che cinque assenze importanti hanno abbassato la qualità media tecnica, potremmo anche dire che gli avversari erano davvero molto bravi ed esperti, potrei trovare tante altre scuse, per giustificare la disfatta, ma sempre di scuse si tratterebbe. La verità è che siamo incappati in un avversario impossibile da sconfiggere, e non mi riferisco ai bambini de La Salle, ai quali va dato comunque il merito della vittoria, bensì alla "Paura". L'emozione, ha letteralmente bloccato gran parte degli atletini in campo, e tutto quello di buono che avevano fatto vedere fino ad oggi in allenamento, è stato praticamente cancellato. i movimenti senza palla, gli inserimenti, la rapidità, la precisione, la difesa, tutto scomparso e se penso che tutto ciò che ho appena elencato, ha contraddistinto questo gruppo fino ad oggi, non posso che accogliere questa sconfitta come una caduta "Umana". La partita non ha avuto storia, la legge è stata fatta dagli avversari sotto tutti i punti di vista, e a parte qualche eccezione individuale, abbastanza rara, è andata avanti fino alla fine. sei tempi persi su sei giocati, ogni tempo perso con una differenza di canestri disarmante, e questo ha evidenziato la differenza tecnica e di esperienza delle due compagini. Questo gruppo è all'inizio di un percorso, e ha subito quello che i nostri avversari lo scorso anno hanno subito contro gli ex aquilotti, quando loro come noi erano acerbi. e' una legge fisiologica che determina il cammino dei bambini nella loro fase di formazione. Oggi non ho avuto la soddisfazione di vedere i nostri  bambini divertirsi e giocarsi fino all'ultimo la partita, doverli aiutare a cambiare nell'approccio è uno stimolante compito che affido a me e a Leonardo, aiutarli a crescere e a riorganizzarsi nella concentrazione e nella determinazione è un altro impegno da prenderci, spingerli a dare il massimo fino alla fine in ogni momento, soprattutto in difesa e credere in se stessi e nei compagni saranno tutti i nostri compiti. Per ora preferisco citare chi invece ci ha sorpreso in positivo, mentre tralasceremo le critiche e l'analisi individuale al confronto personale con ogni atletino in palestra. Anche se poco si è visto, quel poco è stato davvero molto positivo, e parlo dei due 2009, Lorenzo e Minicassieri, che hanno messo tanta energia e convinzione per tutto il tempo in cui sono stati impiegati. Lollo Fagiani, nonostante non fosse nella condizione migliore, si è inserito molto bene nella difesa avversaria, Domenico, molto determinato e anche se i suoi errori si devono sommare a quelli della squadra, ha mostrato una sicurezza e una determinazione molto soddisfacienti. Il migliore in campo però, è stato Del Bianco Valerio, nuovo elemento del gruppo, fino a due mesi fa non sapeva neanche cosa fosse il basket, oggi è stato per tutto il tempo della gara coerente con quello che in due mesi ha potuto imparare, è stato soprattutto sereno e determinato, e i suoi errori sono da attribuirsi all'inesperienza. Non ha commesso errori di atteggiamento mai! e se questi sono i presupposti, io e Leonardo abbiamo il dovere di trasmettergli nel miglior modo possibile quante più competenzze possibili, perhè ha dimostrato che ha fame di imparare e di divertirsi. a questo comando possiamo solamente rispondere:" Obbedisco". Davvero bravo. A questo punto non potendo fire "Alla via così" dirò semplicemente "Avanti tutta"