TORNEO PAMPHILI tERZA

05.02.2017 18:58

Terza partita nel torneo Pamphili, e terza vittoria per i Minimini dell'Asd Romana. Si direbbe nuovamente una buona prestazione dei bambini, assolutamente si, anche se per cercare il pelo nell'uovo, nelle due precedenti si era visto un gioco di squadra leggermente migliore, nella gara di oggi i troppi individualismi, hanno fatto si che il giudizio finale prevedesse qualche leggera critica, che sicuramente farà crescere i nostri bambini. MINICASSIERI (2009)14 P.ti Nonostante l'impegno a voler giocare insieme ai compagni preferendo un buon passaggio ad un buon tiro, la strada per diventare un giocatore completo è ancora leggermente in salita, e anche se i passaggi aumentano partita dopo partita, e l'obiettivo di "bambino squadra" comunque si avvicina, resta lontano invece quello del controllo delle proprie reazioni, (errore frequente), lamentarsi dell'avversario, e reagire. Errore invece raro, ma che oggi purtroppo è capitato, spiegarsi lamentandosi anche con l'erbitro. due cose inutili e dannose, che sono certo riuscirà a capire, col tempo. per il resto, davvero molto bravo soprattutto in quello che sa fare bene, cioè tirare e recuperare in difesa, vecchio limite divenuto ormai passato.MINITERRASINI (2010) 8 P.ti Incredibilmente sfrontato in tutte le qualità che esprime, determinato, rapido, puntuale, preciso, gioco di squadra, uno contro uno, gioco d'anticipo, difesa, rimbalsi in attacco.... 6 anni e già tutte queste qualità, la domanda nasce spontanea, Non è che ...stiamo creando un mostro? GIACOMELLO ( 2007) 8 P.ti, Niente da dire, la sua determinazione è sempre altissima, anche se oggi ha giocato meno insieme ai compagni, bravo in difesa e soprattutto nella fase di realizzazione. TERRASINI (2007) 6 P.ti E' senza dubbio il pilastro e il riferimento per tutti in questo torneo, un play molto generoso e altruista, i suoi 6 punti devono sommarsi a quasi tutti quelli fatti dai suoi compagni grazie ai suoi assist, e solo perchè lo sente come dovere di ogni leader, non ha realizzato lui stesso molti di questi canestri. Questo smentisce quello che si dice in relazione ai bambini di 9 anni, e cioè che sono egocentrici, ed egoisti per natuta quando si tratta di competizione e gioco. Valerio ha la maturità e la saggezza di un adulto equilibrato e serio. Davvero complimenti. NORBET (2008) 6 P.ti Novità in questo torneo assolutamente scelta azzeccata, per gli interessi del gruppo, e anche suoi, per l'occasione che ha di imparare da compagni assolutamente competenti. Non nascondo che questo ragazzino mi ha conquistato, se non altro per il notevole potenziale ancora inespresso che ha, quindi sperando in futuro di poter continuare ad occuparmi in prima persona della sua formazione, mi gusto le bellissime giocate che propizia ad ogni gara. TOMMASO (2008) 6 P.ti I suoi troppi muscoli, pesanti e forti non gli consentono per ora di scattare più velocemente, ed è questo l'obiettivo che ci siamo prefissati insieme, per ora però, nonostante i più piccoletti godono del vantaggio della rapidità rispetto a lui, grazie alla sua grande capacità di osservazione e precisione al tiro, anche oggi è stato tra i migliori in campo.PIETRO (2008) 4 P.ti E' sempre più un playmaker, preciso, talentuoso, efficace e forte. Oggi ha realizzato meno canestri rispetto alla sua media, grazie soprattutto al fatto che stà iniziando a capire i vantaggi maggiori di mandare a canestro un compagno rispetto a fare canestro, infatti il numero di assist e passaggi è notevolmente aumentato.Terrasini insegna. SIMONE (2009) 2 P.ti Anche lui partita praticamente perfetta, se non fosse che lui come alcuni deve vincere la gara più importante che non è quella contro gli avversari di turno, bensì quella più difficile contro se stessi, nella fattispecie contro il proprio bisogno di andare sempre a canestro. quella vittoria quando verrà, perche arriverà, sarà la più importante di tutte. HENGEL (2008) 2 P.ti tecnica sbalorditiva per un bambino così piccolo, davvero bravo. Oggi ha fatto molti più passaggi che tiri, quindi in piena trasformazione epocale per lui, processo che appena sarà completato, lo porterà a capire i vantaggi che avrà ottenuto. Da lavorare sulla rapidità, oggi troppo lento nella scelta del passaggio, però sempre preciso. GIOVANNI (2008) 2 P.ti Si è mosso meglio rispetto alle ultime gare, e devo dire che anche lui di potenziale da esprimere ne ha, eccome, sempre a testa alta oggi, ha fatto un notevole salto di qualità, mi aspetto ancora progressi nelle prossime gare. LEONARDO(2008) Leggermente in ritardo oggi sull'avversario di turno, molto rapido e probabilmente anche più esperto di lui, non si è fatto trovare impreparato però quando insieme alla squadra ha costruito bellissime azioni di contropiede. come per gli altri c'è tanto lavoro da fare, ma soprattutto tanto potenziale da esprimere. Bravo

La gara di per se è stata buona, l'impegno è stato davvero altissimo, i canestri tutti molto belli,e se mi volessi soffermare alla sostanza dovrei dire, tutto molto bene, purtroppo però a gruppi di questa età, cerco di trasmettere soprattutto altro, quindi sulla base generale di tutto quello che serve a loro per diventare davvero dei buoni atleti, devo riconoscere che la gara di oggi mi è piaciuta un pò meno delle altre due, perche sono mancati,  a volte il gioco di squadra, cercarsi e passarsi la palla, i movimenti per favorire il passaggio, quando si è stati senza la palla, e la ricerca forsennata del canestro da parte di alcuni, mi è sembrata inopportuna e poco utile al gruppo. Attribuisco comunque tutte queste situazioni, ad una leggera e fisiologica rilassatezza, che ha portato alcuni a voler giocare per se e non per il gruppo,  sono piccoli, e ci può stare, per questo non è facile gestire i bambini, proprio perchè sono molto istintivi, e per fare bene si deve insistere su concetti come gruppo, collaborazione, sacrificio di se in funzione dell'altro, tutti concetti faticosi e fastidiosi da accettare da un bambino, perchè contrari a quello che gli suggerisce appunto l'istinto, ma se ci si crede davvero  in questi valori, allora si costruisce qualcosa di bello e importante. Un premio e un grazie a Terrasini mamma, per l'assistenza al tavolo che offre ad ogni gara, ai fotografi De Matteis e Papa, quest'ultimo doppio grazie per essere venuto con Mamma e Figlio, (Aquilotto non in gara) a tifare per la squadra. Davvero grazie e complimenti.